IL PROGETTO EDUCATIVO

img

Il progetto educativo scaturisce dai principi cardine che caratterizzano la nostra scuola.

È una scuola libera, di ispirazione cristiana, in quanto cattolica “è inserita nella Chiesa locale e offre un servizio educativo ai bambini e alle famiglie, per la formazione integrale della persona umana e del bene comune della società, in un contesto di libertà e pluralismo”.

Basa la sua opera educativa e didattica a favore dell’infanzia sui valori proposti, testimoniati e diffusi dal Vangelo secondo la tradizione e il Magistero della Chiesa Cattolica.

La prassi educativa fa perno sulla centralità della persona umana, promuove e afferma la tutela dei diritti e il rispetto dell’integrità di ogni bambino, soggetto educante, per concorrere alla formazione completa ed equilibrata di ciascuno.

È aperta a tutti i bambini senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, ideologia, condizioni fisiche e psichiche, condizioni socio-economiche e culturali; considera la “diversità” una risorsa da valorizzare per promuovere l’identità personale e culturale di ciascun individuo.

Definisce la cultura umana base per favorire nei bambini la crescita delle funzioni cognitive, affettive, fisiche e sociali..

Educa alla cultura mediante la cultura, su di essa ricostruiscono le condizioni educative e didattiche per lo sviluppo della creatività, della dimensione etica e religiosa, delle capacità critiche in modo che ogni bambino sia protagonista libero e consapevole dei processi di comunicazione e delle scelte di vita.

Pone al centro del suo operare i valori della vita, dell’accoglienza, della condivisione, della solidarietà, della tolleranza, della pace. In tale prospettiva è impegnata per la maturazione dell’identità umana e cristiana della persona, ne sviluppa il senso di appartenenza, di autonomia vera che consente il libero esercizio dell’amore verso Dio e verso il prossimo.

Rafforza la competenza attraverso l’acquisizione dei linguaggi necessari all’organizzazione della propria esperienza, dei processi di esplorazione, osservazione e ricostruzione della realtà, conferendo significato e valore ad atteggiamenti e comportamenti personali e sociali.

Riconosce alla famiglia la primaria funzione educativa, sancita anche dalla Costituzione e, con spirito di servizio autentico, ne integra l’azione, chiedendo ai genitori di collaborare e compartecipare alla realizzazione del progetto educativo a favore dei bambini sulla base di scelte coordinate e coerenti in ordine ai valori, agli atteggiamenti, agli stili di vita, ai giudizi e ai comportamenti.

img

IL PROGETTO EDUCATIVO ANNUALE a.s. 2017/2018

TITOLO: COME UN’ORCHESTRA!

img

L’idea di fondo del progetto “Come un’orchestra” della Scuola dell’Infanzia Il Castello per l’anno scolastico 2017/2018 nasce dalle finalità proposte dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012 che invitano a tener conto della singolarità e complessità di ogni alunno, della sua articolata identità, delle sue aspirazioni, capacità e delle sue fragilità (…), affermando che la promozione e lo sviluppo di ogni persona stimola in maniera vicendevole la promozione e lo sviluppo delle altre persone: ognuno impara meglio nella relazione con gli altri. Non basta convivere nella società, ma questa stessa società bisogna crearla continuamente insieme.

La metafora dell’ORCHESTRA, sfondo integratore per le diverse attività ed esperienze educative e didattiche, permetterà ai bambini di:

  • consolidare l’IDENTITA’ imparando a conoscere se stessi e gli altri e ad essere riconosciuti come persone uniche e irripetibili;
  • sviluppare l’AUTONOMIA operativa e personale;
  • acquisire competenze attraverso l’esperienza e la riflessione;
  • sperimentare le prime esperienze di CITTADINANZA attraverso l’ascolto dell’altro e dei suoi bisogni.

Attraverso la metafora dell’orchestra, i bambini sperimentano i principi dell’inclusione e dell’integrazione della diversità non come una fatica, ma come elementi di valore e arricchimento reciproco. Ciascuno ha l’opportunità di scoprire e vivere il gruppo come luogo in cui la “partitura” suonata da ciascuno è indispensabile affinché la sinfonia sia armoniosa per tutti: l’orchestra sussiste grazie alla presenza e all’azione di molteplici e diversi strumenti musicali.

Le proposte educative e didattiche sono progettate in quattro Unità di Lavoro ciascuna delle quali prevede attività educative e didattiche e progetti inerenti ai cinque campi di esperienza (Il sé e l’altro, il corpo e il movimento, Immagini, suoni e colori, I discorsi e le parole, La conoscenza del mondo).

null

LA MIA MUSICA… LA TUA MUSICA

Periodo: da settembre 2017 a ottobre 2017

In questo periodo, le diverse proposte avranno come obiettivo quello di favorire l’accoglienza nel gruppo di sezione e la conoscenza reciproca attraverso la scoperta e la valorizzazione delle caratteristiche di ciascuno.

null

ALL’OPERA: SUONIAMO!

Periodo: da novembre 2017 a gennaio 2018

Attraverso le esperienze concrete, il fare da sé, in questo periodo i bambini si sperimenteranno in autonomia e diverranno consapevoli di “essere capaci di..” traendo dalle diverse esperienze un senso positivo di autoefficacia.

null

MA CHE MUSICA, MAESTRO!

Periodo: da febbraio 2018 a marzo 2018

Le proposte di questo periodo aiuteranno i bambini a cogliere il bisogno di avere un “maestro” che aiuti ogni strumento a scoprire e suonare la propria parte perché possa star bene con le altre.

null

UNA MUSICA NUOVA

Periodo: da aprile 2018 a giugno 2018

Gli stimoli e le esperienze fin qui vissute porteranno i bambini ad acquisire nuove abilità e competenze, che potranno essere spese per realizzare qualcosa di nuovo e unico insieme: una vera e propria sinfonia.

I Progetti e i laboratori

img

I progetti proposti favoriscono esperienze significative utili al raggiungimento dei traguardi per lo sviluppo delle competenze previsti per i diversi campi di esperienza. Alcuni si avvalgono della presenza di specialisti esterni, mentre altri sono organizzati e condotti dalle stesse insegnanti.

PROGETTI E LABORATORI CONDOTTI DALLE INSEGNATI

Accogliere significa creare un momento di incontro tra insegnanti, bambini e genitori che non sia limitato ai primi giorni di scuola , ma perduri nel triennio. Tale progetto è necessario per la conoscenza dei bambini e per porre le basi della relazione con i coetanei e con gli adulti. Facilitatori di questo processo di conoscenza sono siochi in piccolo e grande gruppo, attività manipolative, canzoni, racconti,…
Questo periodo sigla inoltre un momento importante in cui il genitore impara ed insegna al proprio figlio a staccarsi gradualmente da quello che fino ad ora ha rappresentato il “suo nido”. Per questo diventano fondamentali i colloqui con i genitori per accogliere al meglio ogni bambino ogni bambino e la sua famiglia. A questo si accompagna un inserimento graduale che permette al bambino di entrare rispettando i suoi tempi nella scuola dell’infanzia.

Periodo: da Settembre a Ottobre

Il laboratorio è condotto da un’insegnante della scuola che, mettendo a disposizione dei bambini materiali e strumenti di vario genere e oggetti di riciclo, propone attività di manipolazione e costruzione. Le diverse proposte favoriscono la conoscenza di oggetti e cose, lo sviluppo della coordinazione oculo manuale e della motricità fine.

Periodo: da Ottobre a Giugno per un pomeriggio a settimana.

Il laboratorio, condotto da due insegnanti, è finalizzato alla conoscenza e alla sperimentazione del proprio corpo e delle sue potenzialità motorie ed espressive. Attività mirate per gruppi omogenei di età (piccoli, grandi e mezzani) prevedono l’utilizzo di materiale strutturato e non, di teli, specchi, musica, foglie,…

Periodo: da Ottobre a Giugno in gruppi di intersezione per un’ora settimanale.

La proposta, rivolta ai bambini dai 3 ai sei anni, favorisce l’apprendimento delle competenze linguistiche relative alla dimensione orale e alla lettura e alla scrittura, in maniera ludica e naturale. I bambini ritrovano nelle proprie esperienze, vissute a casa e a scuola, elementi e stimoli che favoriscono curiosità, interesse e motivazione. La metodologia prevede che le insegnanti predispongano materiali e propongano attività ludiche utili a partire da queste esperienze utili a favorire questo interesse: giochi fonologici con il supporto figure, memory di nomi, giochi motori associati ai suoni dei nomi,… Le diverse proposte permettono ai bambini di giocare con le parole, di scoprire e apprendere gli strumenti della lingua in maniera naturale e autonoma secondo i propri ritmi.

Periodo: da Ottobre a Giugno per circa 5 ore a settimana distribuite nei momenti di routine e di attività nel grande e piccolo gruppo.

ll progetto consiste in un percorso didattico e metodologico innovativo finalizzato alla diffusione della cultura musicale nelle scuole dell’infanzia e primarie ed è rivolto agli alunni della sezione “grandi” delle scuole dell’infanzia e delle classi prime, seconde e terze della scuola primaria. La finalità consiste nell’accompagnare i bambini alla conoscenza delle potenzialità acustiche, musicali ed espressive dello strumento attraverso lo stimolo della creatività e dell’osservazione critica in un contesto di apprendimento collettivo all’interno del gruppo. Le caratteristiche di flessibilità e di ricorsività e l’utilizzo di supporti visivi e ludici favoriscono l’interesse e la motivazione di tutti i bambini in un contesto di socializzazione e inclusivo.

L’attività laboratoriale offre ai bambini la possibilità di condividere le proprie scoperte e di confrontarsi in maniera creativa con i compagni. L’esperienza musicale è proposta in modo che i bambini possano innanzitutto viverla con il corpo, tramite il movimento gesto-suono, l’esperienza ritmica, la voce.

Attraverso la manipolazione di uno strumento monocordo, il “bengalino”, appositamente creato per il progetto, i bambini sono accompagnati nell’esperienza musicale grazie a un approccio creativo immediato e diretto. La metodologia si basa sull’utilizzo di materiale didattico strutturato (schede didattiche, racconti, testi di canzoni, brani inediti, …) basato su una storia in cui ogni personaggio è rappresentato da una corda del violino in base all’altezza del suono; le vicende e gli intrecci della storia sono occasioni per i bambini di sperimentare percorsi didattici mirati.

Periodo: da Ottobre a Giugno un’ora settimanale di laboratorio per i bambini grandi in gruppi di intersezione.

PROGETTI CONDOTTI DA SPECIALISTI ESTERNI

Un’insegnante di madrelingua inglese, in compresenza con l’insegnante di sezione, favorisce l’apprendimento in maniera naturale della Lingua Inglese. Attività laboratoriali di tipo ludico (giochi motori, canzoncine, storie e filastrocche) coinvolgono e motivano i bambini dai tre ai sei anni a partecipare in maniera attiva alla conversazione e ad apprendere così termini ed espressioni nuovi.

Periodo: da Ottobre a Dicembre e da Febbraio ad Aprile per un’ora a settimana in ciascuna sezione.

Il progetto consiste in un percorso laboratoriale ludico-motorio per i bambini piccoli e mezzani finalizzato alla conoscenza del proprio corpo e alla sperimentazione delle sue possibilità motorie. Il progetto ha come finalità quella di sviluppare le capacità motorie di base e migliorare il benessere psico-fisico di ogni bambino attraverso giochi con l’utilizzo della palla ovale e di materiale appositamente pensato.

Periodo: da Marzo e Maggio.

Il laboratorio, condotto da allenatori certificati F.I.R. (Federazione Italiana Rugby) in compresenza con le insegnanti